ROSETO TORNA BELLA: RODRIGUEZ E GIORDANO ABBATTONO PIACENZA !

SAPORI VERI ROSETO – ASSIGECO PIACENZA   88-77  ( 22-14, 20-22, 18-25, 28-16  )

Roseto:  Giordano  14 , Mouaha  5 ,  Nikolic L.   7 ,  Fokou   n.e. , Adeola  n.e. ,  Cocciaretto n.e., Gaeta n.e.,  Dincic  9 , Nikolic M.  13  , Bayehe  12   , Rodriguez  26  , Pierich    2                                All. D’Arcangeli

Piacenza:  Ferraro  n.e. , Ferguson   24 , Molinaro   4 , Rota   , Gasparin   7 , Ammannato    , Piccoli    2 , Ihedioha    4 , Santiangeli     20 , Hall    16               All. Ceccarelli

NOTE: Tiri da 2: Roseto          20/33      ;   Piacenza     16/31           

            Tiri da 3:  Roseto          9/19         ;  Piacenza     10/26           

            Tiri Liberi: Roseto         21/25       ;  Piacenza     15/18            

            Rimbalzi: Roseto  30 (  8  offensivi ) ;  Piacenza  27  (  10   offensivi )

            Assist:  Roseto  17 ; Piacenza   16

USCITI PER 5 FALLI:  Ferguson – Piccoli ( Piacenza )

Tornano alla vittoria la Sapori Veri Roseto battendo al PalaMaggetti l’Assigeco Piacenza con una prova importante sotto tutti i punti di vista, soprattutto a livello offensivo, salendo così a quota 14 in classifica, raggiungendo Orzinuovi sconfitto a Caserta. Dopo 7 sconfitte consecutive , gli Sharks giocano una delle migliori partite di questa stagione , sfoderando una gara importante in fase difensiva e concreta in “zone offense” ( gara caratterizzata da molti falli), con i biancazzurri sempre in vantaggio dal 7°  in poi, grazie al duo Rodriguez-Giordano  ( 40 punti in due ), il solito Bayehe da 12 punti, 13 invece per Mitja Nikolic ; dall’altra parte 24 di Jazz Ferguson, 20 per Santiangeli e 16 con 13 rimbalzi per Mike Hall.

Roseto riparte e deve ripartire da questa serata, super sotto tutti i punti di vista: coach D’Arcangeli ha avuto ottime risposte sia dalla panchina e sia da quelli che erano chiamati ad una prova balistica importante. Offensivamente grandi passi in avanti, biancazzurri che hanno avuto in Nicola Giordano un autentico trascinatore, canestri pesanti nel corso del terzo parziale e una difesa superlativa su Ferguson negli ultimi dieci minuti: al resto ci ha pensato Jef Rodriguez , 10 punti nell’ultimo e decisivo quarto caricandosi la squadra sulle spalle.

Coach D’Arcangeli ( ancora senza De Fabritiis, Oliva, Canka e Menalo e con Pierich a mezzo servizio ) all’inizio parte con Giordano vicino a Rodriguez, poi Lazar Nikolic, Bayehe e Mitja Nikolic , risponde Ceccarelli con Ferguson, Gasparin, Santiangeli, Hall e Molinaro; nei primi minuti è Rodriguez ad indicare la via agli abruzzesi, con 7 punti scrive 9-7 al 5'. Ferguson e Hall riducono il gap , ma ancora Rodriguez ( 13 nel primo periodo ) ben coadiuvato da Mitja Nikolic allunga a fine quarto sul 22-14. Ad inizio secondo periodo Roseto va sulla doppia cifra di vantaggio con un super Bayehe ( 6 punti in fila ) e Giordano, 30-18 al 23°. Piacenza non molla e con i due USA si riavvicina a 6 lunghezze. Ci prova allora Dincic a ricacciare indietro i piacentini, per gli ospiti risponde il solito Hall,  poi 4 in fila di Ferguson per chiudere i primi venti minuti sul 42-36.

Al rientro in campo Hall comincia a prendersi la squadra sulle spalle e la trascina fino alla parità sul 49-49 al 25°, facendo tremare i tifosi presenti sugli spalti del PalaMaggetti. Nikolic, con l’unica tripla della sua serata prova a sbloccare la situazione, la terna arbitrale manda in bonus gli Sharks prima del previsto e  così il PalaMaggetti diventa una polveriera: Piacenza torna sotto con Ferguson , l’americano comincia a martellare il canestro rosetano con una serie di giocate superlative, rispondendo colpo su colpo all’attacco rosetano. Proprio due liberi del folletto americano bloccano il tabellone luminoso a fine periodo sul +1 per gli ospiti, 60-61. Gli Sharks iniziano bene gli ultimi 10' sia in attacco che in difesa: Mitja Nikolic e Dincic  firmano un 5-0 fulmineo che riporta Roseto sopra; ancora il classe ’98 ex Piacenza segna e subisce fallo, la gara diventa intensissima, Ceccarelli rimette dentro i suoi big mentre D’Arcangeli si affida al duo Giordano-Mouaha, buttando nella mischia anche capitan Pierich. Si accende anche Santiangeli, sua la tripla del 69-66 del 34°: qui break importante dei padroni di casa con un super Rodriguez, l’ex Cantù ne mette 6 in fila ricacciando Piacenza indietro di 9 lunghezze a 4 dalla fine. La gara è ancora molto lunga, ma gli Sharks sanno che non possono farsi scappare questa ghiotta occasione di tornare alla vittoria: la difesa di Giordano su Ferguson è da enciclopedia purissima, Rodriguez e Mouaha fanno il resto nell’altra metacampo con Piacenza che alza bandiera bianca. Roseto vince e convince, uscendo tra gli applausi di tutto il pubblico del PalaMaggetti. Ripartire da qui e non fermarsi !

Prossimo turno domenica 16 febbraio a Forlì.

 

 

 

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.