RUSH + GIACHETTI: FORLÌ SBANCA IL PALAMAGGETTI

SAPORI VERI ROSETO –  UNIEURO FORLÌ     56-69     ( 16-15, 18-12, 12-14, 10-28  )   

Roseto:  Lattin   11 , Giordano  1 , Menalo   2 ,  De Fabritiis    , Mouaha   8  ,  Canka   8  , Nikolic  7  , Oliva     ,  Fokou   , Ciribeni   n.e.  ,  Bayehe   14  , Pierich   5                              All. D’Arcangeli

Forlì:  Rush  15, Kitsing   , Giachetti   12, Campori   5, Watson   6, Petrovic   8, Marini   4 , Cinti   n.e., Dilas  n.e.,  Oxilia  n.e., Benvenuti   15, Bruttini   5           All. Dell’Agnello

NOTE: Tiri da 2: Roseto          19/42      ;   Forlì        18/35           

            Tiri da 3:  Roseto          2/19         ;  Forlì        9/24           

            Tiri Liberi: Roseto         12/17       ;  Forlì        6/11            

            Rimbalzi: Roseto  39 (  12  offensivi ) ;  Forlì   39 (  9   offensivi )

            Assist:  Roseto  6 ; Forlì    12

USCITI PER 5 FALLI: Pierich   ( Roseto )

Cade la Sapori Veri al PalaMaggetti contro l’Unieuro Forlì, terza vittoria consecutiva per la squadra biancorossa che sale così a 14 punti, mentre gli Sharks rimangono a quota 8.

Senza Ndoja e con Oxilia non utilizzato, Forlì si affida alle scorribande dell’ex Ferrara Rush, con 15 il miglior realizzatore dell’incontro, spalleggiato da un ottimo Benvenuti con 15 e 9 rimbalzi e Giachetti con 12 e i canestri pesanti nel finale; per gli Sharks il migliore senza dubbio Jordan Bayehe, doppia doppia da 15 + 14, Lattin ne segna 11 con 9 rimbalzi, 8 a testa per Mouaha e Canka.

Gara poco spettacolare, accesa solo a tratti da Mouaha e Rush, molto intensa, caratterizzata dai tanti falli e dalle brutte percentuali che hanno avuto entrambe le squadre, basti pensare al 34 e 45% dal campo per ambedue le squadre. Da segnalare il rientro effettivo sul parquet di Pierfrancesco Oliva, quasi 10 minuti in campo per il classe ’96 dopo il brutto infortunio patito lo scorso gennaio. Roseto che rimane ad 8 punti in coabitazione di Montegranaro e San Severo, a +4 dall’ultima in classifica Orzinuovi ed a meno due da Milano prossima sfidante proprio dei biancazzurri.

Match che nelle battute iniziali è stato molto soporifero, con molti tiri sbagliati e poco ritmo: il 16-15 di fine primo parziale ne è una prova, dove la strapotere a rimbalzo è stata l’unica cosa positiva per i padroni di casa; nei secondi dieci minuti Roseto parte subito forte grazie a Bayehe e Lattin, con Forlì che non riesce ad attaccare la buona difesa rosetana. Benvenuti con 5 punti consecutivi prima e Petrovic poi rilanciano gli ospiti, ma ancora Bayehe fissa il punteggio sul 34-27 all’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi primo strappo significativo della gara da parte dell’Unieuro: break importante di 8-0 con Giachetti e Bruttini, con i biancazzurri che per oltre tre minuti e mezzo non riescono a segnare. Quest’ultimi però non si scompongono e si rialzano prontamente, e grazie a Mouaha e Canka  tornano in partita, anzi chiudono avanti sul 46-41 a fine periodo.

Nell’ultimo periodo D’Arcangeli si affida ancora ai due giovani esterni ma la difesa forlivese si alza decisamente di tono, mentre in attacco cominciano ad entrare triple su triple per la truppa di Dell’Agnello: il quinto fallo di capitan Pierich cade come una mannaia sulla serata rosetana, il break dei biancorossi è di quelli pesanti, 16-0 in 4 minuti e 46-57 il punteggio. Di Nikolic il primo punto del quarto, Forlì non si scompone e continua ad attaccare, toccando anche il massimo vantaggio sul +17 a tre dal termine, con il match che si eclissa piano piano in favore degli ospiti.

Gli Sharks ora torneranno in campo sabato 7 dicembre, al PalaLido di Milano contro i padroni di casa dell’Urania.

 

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.