GARA 3 TUTTA BIANCAZZURRA: SHARKS 2-1 NELLA SERIE !

CIMOROSI ROSETO – REMER TREVIGLIO  83-73   ( 20-25, 29-13, 20-22, 15-14   )               

Roseto:  Giordano   , Person   25  , Cocciaretto  n.e. , Rodriguez   6 ,  Ianelli     , Canka    , Nikolic  11  , Eboua     , Bayehe  n.e.  , Sherrod  20  , Akele  11  ,    Pierich   10                           All. D’Arcangeli

Treviglio:  Nikolic  15  , Reati   9 , Caroti   16  , Palumbo  3 , D’Almeida  2 , Abati Toure  n.e.  , Tiberti     , Roberts   7  , Siciliano  n.e.  , Belotti n.e. , Borra    21            All. Vertemati

NOTE: Tiri da 2:  Roseto         31/50       ;   Treviglio          16/30           

            Tiri da 3:   Roseto         3/14         ;  Treviglio          10/24            

            Tiri Liberi: Roseto         12/18        ;  Treviglio        11/11            

            Rimbalzi: Roseto  31  (  8  offensivi ) ;  Treviglio  29  (  6 offensivi )

            Assist:  Roseto  10 ; Treviglio   12

USCITI PER 5 FALLI:  nessuno

Gli Sharks conquistano gara 3, tra le mura amiche del PalaMaggetti, battendo Treviglio per 83-73, sale così 2-1 nella serie e guadagnandosi il match point in casa tra 48 ore. I biancazzurri scappano tra 15° e 25°, con Nikolic, Sherrod e Person sugli scudi. Gli ospiti, però, rientrano da -19 a -5 spinti dal duo Borra-Caroti, che insieme fanno ben 39 punti. Nel finale di partita, Roseto torna a mordere in difesa, come aveva precedentemente fatto, e chiude i conti di nuovo con Person, il quale scrive 25 con 11/17 al tiro. Solita doppia doppia da 20+10 per Sherrod, “professor” Pierich ne mette 12 in dieci minuti, Akele 11 con 4 rimbalzi, dall’altra parte 21 con 7/10 al tiro di un ottimo Borra, 16 per un indemoniato Caroti, ma solamente 7 per Roberts.

Coach D’Arcangeli parte con la sorpresa Ianelli in quintetto, insieme a Nikolic, Person, Akele e Sherrod, Vertemati con il suo solito starting five, Caroti, Reati, Roberts, Nikolic e Borra: inizio di partita equilibrato, con Person e Lazar Nikolic (8 punti nel primo quarto) che provano a firmare il primo allungo, dalla parte opposta ci pensano Borra,  preciso anche ai liberi, e Mitja Nikolic a rispondere prontamente. Le triple di Caroti e Roberts in contropiede (3/5 di squadra al 10′ per gli ospiti) guidano Treviglio al primo vantaggio e poi allungo fino al +5 di fine periodo, 20-25.

Ad inizio secondo parziale Palumbo e Borra allungano sul +10, 20-30, timeout doveroso di D’Arcangeli: il coach biancazzurri comincia a pescare dalla panchina con Pierich e Rodriguez, e proprio il capitano rosetano gira la partita, grazie a un 13-0 di parziale, ben coadiuvato da Person.  Rodriguez e Sherrod allungano il break fino a 17-0, chiuso da due bei canestri dell’indomabile Borra (12+3+3 al 20′). Prima dell’intervallo, Nikolic (già 11 punti per lui) e Akele hanno il tempo per un’altra spallata, che vale il +11 per gli Sharks, 49-38 all’intervallo.

Al rientro in campo Sherrod e Akele allargano ancor di più il gap, fino al +19, 60-41 e massimo vantaggio al 23°, con Treviglio che segna appena 3 punti in 5′. Reati con due triple, Nikolic e Caroti non ci stanno, la Remer non molla e rientra con un parziale fulmineo, 69-60 a fine quarto.

Cominciano ad uscire i fantasmi di gara 2, Treviglio comincia a fare paura e non si ferma, Borra con 5 consecutivi riporta i suoi sul meno 6 con altri 5 punti di Borra, 71-65 al 33°: Roseto sembra bloccata, Pierich commette il quarto fallo, ma a togliere le castagne dal fuoco ci pensano i due americani. I canestri di Person e Sherrod, che superano entrambi il ventello, fanno tornare gli Sharks a +10 e chiudono i conti. I lombardi si arrendono piano piano, e cedono il passo col punteggio finale di 83-73. Roseto si prende meritatamente gara 3 e ora si riporta in vantaggio nella serie: domenica 5 maggio alle ore 18, nuovamente al PalaMaggetti,  la possibilità di chiudere il discorso primo turno.

 

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.