FOCUS ON:FORTITUDO BOLOGNA

Gli Sharks nell’ultima giornata di campionato saranno di scena al PalaDozza per incontrare la prima della classe, ovvero la Fortitudo Bologna , fresca vincitrice del girone e promossa in Serie A con tre turni di anticipo.

Cammino perfetto  per i fortitudini,  obiettivo era quello di primeggiare e cercare assolutamente il grande salto, arrivato anche in anticipo: squadra costruita per rimanere il più in alto possibile,  ovviamente le ambizioni di Bologna non potevano essere differenti. Quarta miglior difesa del torneo, meno di 77 punti subiti a gara, anche se le ultime partite hanno alzato le medie, in attacco segna oltre 86 punti ( miglior attacco del girone), con il 54% da due, il 38% da tre ( primo posto ), e arpionando oltre 36 carambole a gara. La gara di andata giocata il 6 gennaio scorso, vide imporsi proprio la Fortitudo dopo un tempo supplementare, punteggio di 89-95. In panca siede per il primo anno coach Antimo Martino, arrivato da Ravenna dopo anni importanti.

Lo starting five  bolognese dovrebbe prevedere in cabina di regia l’ex Treviso Matteo Fantinelli, giocatore tuttofare con 9 punti, 6 rimbalzi e oltre 4 assist,  Kenneth Hasbrocuk  è la guardia titolare, giocatore esperto e per anni nella massima serie, con oltre 16 punti è il capocannoniere di squadra,  Guido Rosselli è il terzo esterno, giocatore completo e difensivamente il più importante, sotto le plance il prof.  Maarty Leunen, sceso in A2 dopo anni di “dottorato” al piano superiore, uomo da 11 punti e quasi 8 rimbalzi, con uno spaventoso 52% da tre, insieme a lui Giovanni Pini, mestierante vero da 9 punti .  La panchina è super affollata: Marco Venuto cambia Fantinelli, Cinciarini è il sesto uomo di extra lusso, Sgorbati fa rifiatare gli altri esterni, capitan Mancinelli e Benevelli danno minuti ai lunghi titolari.

 

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.