AGLI SHARKS NON RIESCE L'IMPRESA: FESTEGGIA LA PODEROSA!

XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO – CIMOROSI ROSETO  81-73  (14-11, 21-22, 25-16, 21-24 )               

Montegranaro:  Treier  12 , Angellotti    n.e., Testa  2 , Mastellari  14 , Simmons  12  , Palermo  n.e.  , Petrovic    , Negri   8 , Corbett  23   , Amoroso   10 , Traini    n.e.                                All. Pancotto

Roseto:  Palmucci  n.e. , Person   12  , Cocciaretto  n.e. ,  Rodriguez  9  , Ianelli    , Penè  n.e.  , Nikolic   9   , Eboua   15 , Bayehe   2  , Sherrod   12  , Akele    2 , Pierich    12                            All. D’Arcangeli

NOTE: Tiri da 2:  Montegranaro           16/28       ;   Roseto         21/46           

            Tiri da 3:  Montegranaro            11/26         ;  Roseto          5/17             

            Tiri Liberi: Montegranaro          16/26        ;  Roseto          16/21            

            Rimbalzi: Montegranaro   31  (  3  offensivi ) ;  Roseto  32   (  8   offensivi )

            Assist:  Montegranaro   15  ; Roseto   7

USCITI PER 5 FALLI:  Akele – Eboua ( Roseto )

Esce sconfitto Roseto dal PalaSavelli di Porto S. Giorgio  contro i padroni di casa della Poderosa Montegranaro, formazione marchigiana che si issa a quota 36  punti in classifica mentre gli Sharks rimangono a 20 in coabitazione di Imola e Ravenna, con le squadre dietro Roseto che perdono quasi tutte, ad eccezione di Ferrara. I biancazzurri sono rimasti in gara fino alla fine, penalizzati dalla doppia uscita per falli di Akele e Eboua, il migliore dei suoi: per i padroni di casa miglior marcatore Corbett con 23 punti, 14 per Mastellari, 12+8 per Simmons, mentre per Treier 12. Tra le file biancazzurre  15 per Eboua, 12 a testa per Pierich, Person e Sherrod, 9 Nikolic.

Starting five iniziale per coach D’Arcangeli che prevede Nikolic in cabina di regia, Person ed Eboua ( due scout Brooklyn Nets a vederlo dal vivo ) esterni, Akele e Sherrod sotto le plance, risponde Pancotto con Testa , Corbett , Negri, capitan Amoroso e Simmons: mani freddissime all’inizio, dopo due minuti si è solamente sul 2-2, con Akele che risponde ad una schiacciatona di Simmons, ancora il lungo americano di casa inchioda tremendamente al canestro, con Person che pareggia dalla media per il 4-4 al 5°. Intensità ai massimi, con le due difese che si equivalgono benissimo: Sherrod per il primo vantaggio Sharks, ma Negri e Corbett combinano 8 punti in un amen e scrivono 12-6 , con la fisicità locale che si fa sentire eccome, soprattutto con il possente Simmons, anche se dall’altra parte Eboua e lo stesso Sherrod si fanno trovare presenti in più di un’occasione, anche grazie alle giocate positive dei compagni. Un canestro di Nikolic rimette in carreggiata gli Sharks, 14-11 a fine periodo.

Nel secondo quarto gli Sharks iniziano ad alzare i ritmi, e grazie soprattutto alla panchina ( Rodriguez,  Pierich, Bayehe ) cominciano a correre:  anche se ad inizio periodo Montegranaro prova nuovamente a scappare con un parziale di 8-3, grazie a Treier e Corbett. Pierich mette dentro la prima tripla di serata Eboua per il meno 1, 22-21, Person e ancora Eboua con due triple scrivono sorpasso sul 25-27, ma la coppia Amoroso-Corbett ribalta prontamente, per il 35-33 dell’intervallo.

Al rientro nel rettangolo di gioco il copione è sempre lo stesso, Montegranaro che cerca di scappare ma Roseto è sempre lì:  Simmons ne mette 4 in fila e firma il +4,  Sherrod e il mai domo Eboua ribaltano in un amen il match, 41-43 al 25°, con Pancotto che chiama timeout, tra gli applausi scroscianti del pubblico rosetano. Corbett scuote i suoi, Simmons fa tremare il canestro biancazzurro e Mastellari firma il +6.  Al 27° 53-45, break pesante dei padroni di casa, alzano il muro in difesa concedendo veramente pochissimo agli Sharks: Nikolic segna 4 punti in fila, ma i tanti falli fischiati e i successivi tiri liberi fanno volare Montegranaro sul +11 a fine quarto, 60-49.

Gli ultimi dieci minuti  si aprono con Corbett e Sherrod che si equivalgono, Person segna e subisce fallo, Roseto non molla ed è lì pronta a giocarsi le sue carte: un antisportivo di Mastellari su Rodriguez riapre definitivamente il match, il play rosetano segna 3 liberi consecutivi, e il punteggio dice 64-59 al 33°. Amoroso muove il tabellone per i suoi, ancora Rodriguez dai 6,75 per il 65-62, Treier risponde della stessa dalla parte opposta, Corbett e poi Pierich per il 70-65 del 35°. Si decide tutto ora: gli Sharks perdono però per falli prima Akele e poi Eboua, Pierich ancora da sotto, Corbett dalla lunetta rimette a 7 punti le due squadre , Sherrod sbaglia e sul capovolgimento Mastellari la chiude da tre punti, con Roseto che abdica definitivamente.

Prossimo turno, Roseto ospiterà al PalaMaggetti Udine, domenica 23 febbraio, alle ore 12, con diretta tv su Sportitalia.

 

 

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.