NON BASTANO I 35 DI CARLINO: TREVISO PASSA A ROSETO

ROSETO SHARKS – DE’LONGHI TREVISO   80-98   (  21-30, 22-30, 21-20, 16-18   )                                      

Roseto: Carlino 35 , Ogide  n.e.  ,   Alessandrini   2  ,   Lupusor   3 ,  Contento   n.e.  ,  Di Bonaventura    9 , Palmucci     , Lusvarghi   8 , Zampini  8 ,  Casagrande  n.e.  , Marulli  8   ,   Infante     7          All. Di Paolantonio

Treviso:  Brown   24 , Sabatini   13 , Rota  5 ,  Bruttini   4 , Musso   8 , Antonutti   29 , Barbante    , Poser   2 ,  Imbrò   8 , Fantinelli   n.e.  , Negri   5  , Leardini    n.e.                           All. Pillastrini

NOTE: Tiri da 2:  Roseto            17/33       ;   Treviso           25/42          

            Tiri da 3:  Roseto             13/31      ;     Treviso          13/26       

            Tiri Liberi: Roseto             7/25     ;      Treviso           9 /9              

            Rimbalzi: Roseto   31   (   13   offensivi ) ;  Treviso   33   (   9   offensivi )

            Assist:  Roseto    17   ; Treviso   19

USCITI PER 5 FALLI:  Brown ( Treviso )

Gli Sharks escono sconfitti dal PalaMaggetti nell’ultimo match casalingo della regular season ( ultima gara sarà a Verona, e poi playout ) contro la De’Longhi Treviso. Privi di Casagrande, Ogide e Contento, i biancazzurri si sono battuti fino all’ultimo, ma hanno potuto ben poco contro la corazzata veneta, arrivata in Abruzzo per chiudere il discorso terzo posto e prepararsi al meglio per la post season: miglior marcatore di serata Matt Carlino con 35 punti e nove triple, buona anche la gara di Zampini e Di Bonaventura, mentre da dimenticare la serata dalla lunetta per gli Sharks, con un brutto 7/25 totale; dall’altra parte partitona del duo Antonutti –Brown, il primo con 29 punti, il secondo doppia-doppia da 24 e 11 rimbalzi ed un paio di schiacciate devastanti.

Coach Di Paolantonio all’ìnizio parte con Marulli – Carlino – Di Bonaventura – Lupusor e Infante sotto canestro, risponde Pillastrini ( che deve rinunciare a Lombardi e Swann, rimasti in Veneto causa infortuni ) con Sabatini – Musso – Imbrò – Antonutti – Brown: parte forte subito Treviso con un super Antonutti ( 11 nel solo primo quarto ) dopo appena 3 minuti minuti si è già sul + 9 per gli ospiti ( 3-12), mentre Roseto comincia a faticare già in difesa .  Le cose migliori si vedono da Carlino ( 11 con tre triple a fine periodo ), Roseto prova a rientrare ma gli ospiti, giostrati alla grande da Sabatini ( tanti minuti per l’ex Ravenna data la non perfetta condizione fisica di Fantinelli ), ri-allungano chiudendo  il primo quarto sul 21-30. Nel secondo parziale break rosetano di 9-0 firmato Zampini-Di Bonaventura , Treviso però è in un gran momento di forma, e nonostante le assenza riaccende il turbo con il solito Antonutti e Musso: contro-break ospite di 16-1, gli Sharks subiscono la potenza fisica dei trevigiani, soprattutto da John Brown, e all’intervallo il tabellone luminoso recita 43-60.

Ad inizio terzo parziale Carlino scuote i suoi con tre “bombe” di fila, l’americano ex Cremona arriva in un amen a quota 27 punti, mandando in tilt tutta la difesa di coach Pillastrini:  il pubblico del PalaMaggetti applaude ed incita i biancazzurri, gli Sharks tornano a meno 9 con un canestro Di Bonaventura, ovviamente però comincia anche ad uscir fuori un po’ di stanchezza e Treviso ne approfitta rimettendo le mani prepotentemente sulla gara grazie al solito Brown, mai domo nell’area pitturata, con il giovane Rota che chiude sul 64-80 il periodo. Negli ultimi dieci minuti è vero e proprio garbage-time, con gli Sharks però che ci danno ancora dentro, con Di Paolantonio che si affida ad uno starting five giovanissimo:   c’è anche spazio per Alessandrini e  Palmucci, il primo classe 2001 mentre il secondo addirittura 2002, chiudendo addirittura gli ultimi tre minuti sul parquet e con Alessandrini che firma i primi punti della stagione. Il match finisce 80-98, prossimo match domenica 22 aprile a Verona per l’ultima giornata, mentre il 29 cominceranno i playout.

 

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.