GLI OSPITI DI DOMENICA: ALMA TRIESTE

A varcare la soglia del PalaMaggetti in questa giornata di regular season ( la 24^ per intenderci ), sarà l’Alma Pallacanestro Trieste, formazione a quota 34 punti ed in vetta alla classifica al pari della Fortitudo Bologna.

Sarà una sfida da Davide contro Golia, anche se i triestini nelle ultime gare hanno faticato non poco contro tutte le altre compagini e soprattutto la brutta uscita dalla Coppa Italia contro Tortona ha lasciato strascichi importanti ( dura conferenza di Dalmasson nel post partita ). Nella gara di andata, giocata mercoledì 6 dicembre , Trieste ha avuto la meglio per 82-63, con Roseto presentatati in Fiuli senza Carlino e Contento e giocandosela a viso aperto per gran parte del match:  squadra quella giuliana allestita per dominare in lungo e largo il campionato e con chiari obiettivi di risalire al più presto nella massima serie, sfruttando anche il vasto bacino economico che possiede. In media Trieste segna 82,7 punti a gara, una delle migliori di tutto il campionato, tirando con medie pazzesche: 54% da due,  il 37 da tre e 84% ai liberi, catturando oltre 35 rimbalzi e dando via oltre 16 assist a incontro, per uno spaventoso 93,3 nella valutazione.

Confermato alla guida tecnica per l’ennesimo anno, Eugenio Dalmasson quest’anno ha voluto alzare ancora di più l’asticella qualitativa del roster, dopo la finale della scorsa stagione. Quintetto iniziale per l’Alma dovrebbe prevedere in cabina di regia l’ex Brescia Juan Fernandez, probabilmente il miglior play di tutto il campionato e giocatore che non ha bisogno di presentazioni cui abbina oltre 10 punti e 3 assist, nello spot di 2 Lorenzo Baldasso, con Dalmasson che in questa stagione lo sta integrando perfettamente , il terzo esterno è senza ombra di dubbio il miglior giocatore di tutta la A2, ovvero Javonte Green, top scorer di squadra con quasi 18 punti di media, ed è lui l’ago della bilancia del gioco triestino, ed in più cattura quasi 7 rimbalzi e 2 palloni recuperati, sotto le plance agiscono Matteo Da Ros, quasi 9 punti, conditi da 6.6 rimbalzi e 5 assist e l’altro Usa Laurence Bowers, 12 punti e 6 rimbalzi di media per l’ex Ferrara. Dalla panchina ecco il sesto uomo di lusso ed ex Daniele Cavaliero, 10 punti a gara con il 40% da tre, importanti anche i minutaggi di Prandin, specialista difensivo insieme ad Andrea Coronica, e Federico Loschi, quasi 7 punti a incontro per l’ex Brescia, mentre Janelidze e Cittadini fanno rifiatare i lunghi titolati, questo per far capire la profondità del roster di Dalmasson.

QUINTETTO: Fernandez – Baldasso – Green – Bowers – Da Ros

PANCHINA: Cavaliero – Loschi – Prandin – Coronica – Cittadini – Janelidze – Schina ( ’02 )

 

[ in foto Javonte Green - pallacanestrotrieste2004.it ]

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.