SABATO NERO PER GLI SHARKS: RAVENNA VINCE CON MERITO

BASKET RAVENNA - ROSETO SHARKS    98-73     ( 25-14, 23-22, 23-17, 27-20   )                

Ravenna:  Montano 14  , Sgorbati  10 , Giachetti  6 , Chiumenti  9 , Raschi  5 , Esposito  2 , Masciadri  11 , Cinti  3 , Vitale  5 , Rice  20 , Grant  13                        All. Martino

Roseto:  Carlino 13   , Ogide  16  ,  Lupusor  6  , Contento  14 ,  Di Bonaventura   4 , Lusvarghi    ,  Zampini   n.e. ,  Casagrande   7 , Marulli    4 ,  Infante   9                 All.  Di Paolantonio

NOTE: Tiri da 2:  Ravenna          21/39     ;   Roseto         16/39          

            Tiri da 3:  Ravenna          13/27        ;  Roseto        8/28              

            Tiri Liberi: Ravenna          15/18       ;  Roseto        17/24             

            Rimbalzi: Ravenna  43 (  7  offensivi ) ;  Roseto  38   (  13   offensivi )

            Assist:  Ravenna  13   ; Roseto   14

USCITI PER 5 FALLI:  Infante ( Roseto )

Esce sconfitto Roseto dal PalaDeAndrè di Ravenna contro i padroni di casa dell’Orasì con il risultato finale di 98-73. Gli uomini di coach Martino salgono così a quota 22 in classifica, in seconda posizione insieme a Bologna, mentre gli Sharks rimangono a 4 punti, dietro Orzinuovi e Bergamo entrambe impegnate domani contro Trieste e Mantova. Il break decisivo per i romagnoli sul finire della prima frazione, per poi allungare nel terzo quarto: cinque uomini in doppia cifra, top scorer Rayvonte Rice con 20 punti e un’intensità mostruosa, bene anche Jerai Grant e Montano, quest’ultimo fondamentale con tre triple nel terzo periodo, per i biancazzurri 13, 10 e 6 assist per Carlino, 16 e 9 per Ogide e 14 per Contento.

Starting five per coach Martino con Giachetti play, Vitale e Rice esterni, Masciadri e Grant sotto le plance, risponde Di Paolantonio con Marulli, Carlino, Casagrande, Lupusor e Ogide: il primo canestro è di capitan Casagrande con due tiri liberi su fallo di Masciadri, proprio il “barba” di casa risponde con una tripla ( 8 a fine parziale per l’ex Omegna ), anche se Ravenna fatica più del previsto ad attaccare il ferro biancazzurro; in un amen Ogide segna 4 punti consecutivi, risponde dall’altra parte un indiavolato Rice,  e timeout doveroso di Di Paolantonio all’ottavo minuto sul 20-12; Infante mette i primi due punti personali ma Montano sigilla il 25-14 di fine periodo. Nel secondo quarto Di Paolantonio prova a mescolare un po’ le carte in difesa e in attacco si sveglia Carlino con due triple di fila ed un paio di assist al bacio per Infante; ma è fuoco di paglia e infatti  al 15° la squadra di casa scappa per la prima volta, sul punteggio di 44-26, raggiungendo il massimo vantaggio fino a quel momento, gli Sharks non ci stanno e con 7 di fila di Contento provano a rientrare, finendo sotto 12, 48-36, all’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi ci si aspetta una Roseto più arrembante e decisa: nei primi due minuti Ravenna non segna e Casagrande e Ogide rintuzzano ancora lo svantaggio, ma questo momento comincia lo show di Montano, che con tre bombe siderali, ri-allunga il divario tra le due compagini di 16 punti, 56-40 al 25°, con un break devastante chiudendo la terza frazione sul 71-53. A dieci minuti dal termine, sotto di 18 punti, si fa molto dura per Roseto, che soccombono ancora sotto i colpi del duo Chiumenti-Grant: Di Paolantonio le tenta tutte, ma è inutile, con la gara che si spegne sul 98-73 per Ravenna. I locali a fine partita, numeri alla mano , hanno tirato con il 56% da due, 48% da tre , arpionando 43 rimbalzi e smazzando 13 assist. Prossimo match domenica 21 gennaio in casa contro la Poderosa Montegranaro, con gli Sharks chiamati subito al pronto riscatto.

 

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.