Tifiamo Sharks

SOLANO E FATTORI MORTIFERI: ROSETO CADE A BERGAMO

AZIMUT BERGAMO -  ROSETO SHARKS       82-64      ( 14-18, 24-13, 15-20, 29-13   )                

Bergamo:  Piccoli    , Cazzolato  3 , Sanna  3 , Mascherpa  2  ,  Ricci   , Ferri  15 , Bedini   , Solano  22  , Fattori  22 , Bozzetto    , Sergio   13 , Bergstedt    2                        All. Ciocca

Roseto:  Combs   13 ,  Ogide  1 , D’Eustachio  n.e.  ,  Lupusor   5  ,  Contento  4  ,  Di Bonaventura   8   , Lusvarghi   n.e. , Zampini  5  ,  Casagrande   16  ,   Infante   13                 All.  Di Paolantonio

NOTE: Tiri da 2:  Bergamo         16/26           60%;   Roseto          17/40           45%

            Tiri da 3:  Bergamo         15/32           47% ;  Roseto           6/24             19%

            Tiri Liberi: Bergamo         5/9              55%;  Roseto            12/21             66%

            Rimbalzi: Bergamo   40 ( 7  offensivi ) ;  Roseto   27    (   8   offensivi )

            Assist: Bergamo   13    ; Roseto   7

ARBITRI: Masi, Bramante, Valleriani

USCITI PER 5 FALLI: Lupusor ( Roseto )

Bergamo si aggiudica l’importantissimo match contro Roseto, prendendosi i primi due punti stagionali casalinghi ( salendo quindi a quota 4 in classifica ) e lasciando gli abruzzesi all’ultima posizione in classifica. Descritta come una sorta di “sfida salvezza”, anche se è prematuro parlarne già alla 7^ giornata, la gara va nelle mani dei ragazzi di coach Ciocca, firmando l’allungo decisivo nel corso dell’ultima frazione. Per gli Sharks un altro brutto stop: senza Marulli, e con Ogide al rientro dopo due turni ai box, Roseto ha nel duo Casagrande-Infante 29 punti, in doppia cifra anche Combs con 12 ma 4/15 al tiro, dall’altra parte super gara dell’ex Fattori con 22 punti, ben spalleggiato da Solano e Luigi Sergio.

Coach Ciocca parte con Ferri in cabina di regia, Solano e Cazzolato esterni, l’ex di giornata Fattori e Bozzetto sotto canestro, risponde Di Paolantonio con Zampini, Combs, capitan Casagrande, Lupusor e Infante. Inizio di gara con gli attacchi che faticano ad emergere e con le difese attente ad ogni minuzioso dettaglio; i primi due canestri sono due triple con Lupusor e Ferri, al quinto minuto si è sul 7-6 con un canestro di Davide Bozzetto ( sei carambole arpionate per il lungo orobico all’intervallo ), Zampini firma i primi tre punti serali, ed esordisce dopo due gare ai box Andy Ogide, insieme al suo pariruolo Bergstedt.  Bergamo comincia ad avere problemi di falli, ne approfittano gli Sharks che con Combs chiudono sopra di 4 punti i primi dieci minuti sul 14-18. Nel secondo periodo cresce l’intensità in campo con break da ambo le parti: Contento e Combs firmano il +5,  ma subito, dopo un time-out di coach Ciocca, riparte la truppa bergamasca, con Sergio e Ferri che crescono minuto dopo minuto e break maturato grazie anche ad una difesa di ferro capace di concedere solamente 13 punti a Roseto nel 2° quarto. All’intervallo il tabellone luminoso recita 38-31, dopo un break dei padroni di casa di 21-9;  per gli Sharks nel primo tempo tutti i palloni passano per l’asse Combs-Casagrande, capaci di segnare 18 punti dei 31 totali.

Avvio di ripresa con coach Ciocca che dà spazio ancora a Bergstedt: è il danese a segnare il primo canestro dopo l’intervallo, Infante si sbatte come un leone sotto le plance ma subito contro break orobico con le triple di Sergio e Ferri, e massimo vantaggio locale sul 46-34 al 23°. Ancora Infante con 4 consecutivi riporta in scia i suoi, Solano ( 22 a fine gara per il dominicano ) tramortisce il canestro con una poderosa schiacciata; Casagrande, l’ultimo a mollare, segna da tre, Zampini e poi Fattori, con Di Bonaventura e i liberi di Contento che chiudono di fatto la terza frazione sul 53-51. Nell’ultimo e decisivo parziale Di Paolantonio le prova tutte: Infante e poi Di Bonaventura portano in vantaggio gli Sharks, ma qui comincia lo show balistico dei padroni di casa con Solano, Fattori e Ferri. Sei triple, uno dietro l’altra e gara chiusa, con Roseto che non segna praticamente più ( solamente 13 i punti messi a segno negli ultimi dieci minuti ), e con Bergamo che gestisce comodamente il risultato; la chiudono Solano e Ferri, bloccando il tabellone luminoso sul punteggio di 82-64. Nel prossimo turno, domenica 19 novembre, gli Sharks torneranno al PalaMaggetti ospitando Imola,  in un match importantissimo per la zona calda della classifica.

 

 

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.