NAIMY E JACKSON SONO MORTIFERI: ROSETO CADE A FORLÌ

PALLACANESTRO FORLÌ -  ROSETO SHARKS      87-72      ( 20-15, 19-26, 28-19, 20-12   )                

Forlì:  Castelli   11 , Fallucca   5 , Naimy   20 , Campori  n.e.  , Jackson  15  , Gellera    , Bonacini  14  , Severini    11 , Thiam   4 , Ravaioli    , Pinza   ,  De Laurentiis   7                             All. Valli

Roseto: Combs   17  ,  Ogide  n.e. , D’Eustachio    ,  Lupusor   13  ,  Contento   4   ,  Di Bonaventura   2  , Lusvarghi   2 , Marulli  2  ,  Zampini   8 ,  Casagrande  10 ,   Infante   14               All.  Di Paolantonio

NOTE: Tiri da 2:  Forlì         18/31           58%;   Roseto          22/43           51%

            Tiri da 3:  Forlì          12/30           40% ;  Roseto          4/22             18%

            Tiri Liberi: Forlì          15/18         83%;  Roseto            16/21             76%

            Rimbalzi: Forlì  41  (  11   offensivi ) ;  Roseto   31    (  10  offensivi )

            Assist:  Forlì  17   ; Roseto  9

ARBITRI: Boscolo, Bonfante, Puccini

USCITI PER 5 FALLI: Contento ( Roseto )

Esce sconfitto Roseto all’Unieuro Arena di Forlì contro i padroni di casa di coach Valli in panca e condotti magistralmente da Yuval Naimy sul parquet. Rimane immacolato, quindi, il catino forlivese con tre vittorie su altrettante gare, grazie a cinque uomini in doppia cifra, con l’israeliano e l’ex Jackson su tutti, per gli Sharks cose buone da Infante, Lupusor e capitan Casagrande, mentre Combs è andato a fasi alterne, anche perché ben marcato dalla difesa biancorossa.

Coach Di Paolantonio parte con Marulli, Combs, Casagrande, Lupusor e Infante sottocanestro al posto dell’indisponibile Ogide ( in panca per onor di firma dopo l’operazione al quinto dito della mano sinistra ), risponde Valli con Naimy, Joshua Jackson, Severini, Castelli e De Laurentiis, fuori per infortunio Diliegro. Il primo canestro è dell’israeliano Yuval Naimy ( 7 nel primo parziale per l’ex Scafati ), in pratica è lui l’attacco forlivese nei primi dieci minuti: Roseto emerge grazie Infante, ex di giornata, prendendosi gioco dei lunghi avversari con canestri di pregevole fattura, e insieme a Casagrande confeziona il primo mini-sorpasso della gara. La squadra romagnola, spinta dagli oltre tremila della Unieuro Arena, torna sopra i biancazzurri sul fine del periodo con una tripla di Bonacini, con il tabellone luminoso fermo sul 20-15. Nei secondi dieci minuti di gioco regna sempre l’equilibrio tra le due compagini: i biancorossi di casa trovano nel duo Severini-Bonacini canestri importanti, ma gli Sharks sono lì, aggrappati alla gara. Si sveglia Darrell Combs con due triple consecutive ( 11 all’intervallo lungo ), Castelli segna per il + 5 ( 37-32 ), ancora Combs e Severini si equivalgono, ma è l’americano di Roseto con un’azione da tre punti a chiudere i primi venti minuti sul 39-41.

Al rientro dagli spogliatoi gli Sharks ( che perdono Marulli per infortunio )  provano ancora scardinare la difesa romagnola con giochi in area pitturata, grazie a Infante e Lupusor: una tripla di Zampini fissa il punteggio sul 51-54, si sveglia Jackson dall’altra parte ed al 25° il tabellone recita 54-56. Forlì attacca malissimo, con De Laurentiis che combina disastri su disastri in “zone offense”, ma è qui che viene fuori il carisma dei grandi campioni, prima Naimy e poi Jackson portano l’Unieuro al massimo vantaggio di fine parziale  67-60, co i padroni di casa graziati anche da un inusuale 0/4 ai liberi consecutivo degli ospiti. Nell’ultimo e decisivo parziale coach Di Paolantonio le prova tutte, ma i padroni di casa non si fermano più: comincia la sagra delle triple tra i soliti Naimy, Jackson e Severini, con che Roseto non riesce più a rientrare; gli Sharks provano a riemergere con Combs e Casagrande ma il divario resta troppo grande e il match si chiude 87-72, risultato bugiardo per quello che si è visto in campo, soprattutto nei primi trenta minuti. Nel prossimo turno, domenica 5 novembre, gli Sharks torneranno al PalaMaggetti ospitando Piacenza di coach Zanchi.

 

 

 

 

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.